Storia della famiglia Federici

Esistono diverse versioni circa l'origine della famiglia Federici, la cui storia si lega strettamente alle vicende storiche di Valle Camonica a partire dall’inizio del Medioevo. Lo storico don Alessandro Sina, rinomato per la serità dei suoi studi, sembra individuarne il più antico capostipite in Gisalberto, conte del Sacro Palazzo di Bergamo. Da lui sarebbero discese numerose famiglie nobili dell'area bresciana e bergamasca tra le quali i Brusati, feudatari della bassa Valle Camonica.

 

 
       Antico aspetto del castello di Gorzone.


La consorteria dei Federici compare nominata per la prima volta nel 1200. Lanfranco Brusati è descritto come caput Federicorum durante l'accordo tra i Signori del Monticolo e gli "uomini di quel luogo, ovvero della corte di Darfo". Proprio quest’area di bassa Valle Camonica, compresa tra le contrade di Montecchio, Gorzone ed Erbanno ed avente il proprio centro nel dosso del Monticolo, fu luogo di origine della influente famiglia Federici, da sempre proprietaria del Castello di Gorzone