Il Centro Faunistico e CRAS del Parco dell’Adamello si trova circa un chilometro dall’abitato di Paspardo (BS), in località Fles, immerso in un’area forestale di 7 ettari.

È raggiungibile in auto, seguendo la strada asfaltata che porta al Rifugio Colombè, fino ad un piccolo parcheggio, dal quale si prosegue a piedi per circa 300 m su una strada sterrata.

Centro Faunistico del Parco dell’Adamello_Associazione Naturalistico Culturale LOntànoVerde_Ente gestore
Località Fles – 25050 Paspardo BS
Cel. 392 92 76 538
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.lontanoverde.it
www.centrofaunisticoadamello.it

www.facebook.com/centrofaunistico.parcoadamello

ORARI DI APERTURA AL PUBBLICO

Dal 20 marzo al 30 giugno
Sabato e domenica ore 10.00 – 18.00
Giorni feriali su prenotazione

Dal 1 luglio al 31 agosto
Da martedì a domenica ore 10.00 – 18.00

Dal 1 settembre al 31 ottobre
Sabato e domenica ore 10.00 – 18.00
Giorni feriali su prenotazione

Dal 1 novrembre al 19 marzo solo su prenotazione

A scuola con la natura

Il Centro Faunistico del Parco dell'Adamello propone alle scuole di ogni ordine e grado laboratori, escursioni, incontri, giochi di ruolo e visite guidate tematiche in classe, sul territorio,al Centro o nei Laboratori Naturalistici siti in Nadro di Ceto, diurne e serali, di durata variabile da poche ore a 2 o più giorni, lungo l'intero anno scolastico.

L'ambientazione dei percorsi presso il Centro Faunistico del Parco dell'Adamello rende queste esperienze uniche, garantendo un forte coinvolgimento emotivo.

Le differenti proposte condividono un approccio differenziato in funzione dell'età e del livello di preparazione e di partecipazione degli studenti, privilegiando un approccio ludico e narrativo per le scuole dell'infanzia e per il primo ciclo delle primarie per poi evolvere per complessità e modalità di coinvolgimento nei livelli successivi.

In generale, le attività con le classi sono orientate a stimolare la partecipazione attiva degli studenti, stimolando la percezione di quanto ci circonda, la comprensione della complessità dei legami tra le diverse dimensioni ambientali, sociali, economiche e culturali, incoraggiando una diffusa consapevolezza circa l'importanza del proprio contributo nell'ambito della propria comunità nella gestione sostenibile delle risorse, suggerendo sempre buone pratiche immediatamente applicabili nella realtà quotidiana.