CERVENO

ETNOGRAFIA: LA CASA MUSEO DI CERVENO

La “Casa Museo di Cerveno”, edificio rurale di fine ‘500,costituisce una concreta testimonianza dei metodi costruttivi edili, visibili nell’organizzazione degli spazi e nell’uso dei materiali locali: pietra calcarea, legno e ferro.

 

 

I reperti raccolti e gli arredi recuperati denotano stili di vita particolari; gli attrezzi impiegati nel lavoro dei campi, specificatamente per la viticoltura e la vinificazione, e quelli per l’allevamento, le attività silvo-pastorali e l’artigianato esprimono il livello di abilità manuale-creativa dell’homo faber, che sa costruire, adattare, riadattare quando gli serve per vivere e per sopravvivere.

 



Significativa, nel museo, anche la presenza del materiale prodotto per la realizzazione della Santa Crus, rappresentazione vivente, a cadenza decennale, della Passione di Cristo. Gli abiti utilizzati
dai figuranti, le armi, le corazze, i segni della Passione, le immagini riproducenti le fasi preparatorie della manifestazione esprimono efficacemente la complessità del lavoro che si compie, la coralità che lo caratterizza, la partecipazione collegiale dell’intera comunità, a testimonianza dell’atavica fede, delle tradizioni consolidate e dell’identità locale.


Evocare i tratti distintivi dell’identità del paese e della sua gente è lo scopo di questa Casa Museo.

Una casa rurale che ha fatto parte per almeno cinque secoli della storia della comunità e che oggi raccoglie oggetti e immagini utili per trasmettere saperi e memorie.

La Casa Museo rimanda al paese e al territorio che la circonda offrendo indicazioni utili per accostarsi al patrimonio storico e artistico di Cerveno e per seguire percorsi di conoscenza del paesaggio, dell’ambiente e degli altri abitati ai piedi della Concarena …  i ragazzi che potranno  infatti completare il percorso etnografico visitando il CASEIFICIO TURNARIO e il vecchio MULINO AD ACQUA  oggi di proprietà comunale.

 

valorizzare nel corso dei secoli sino all’attuale.

Percorrendo le stradine del centro storico e le sue vie dell’acqua infatti, è possibile visitare la Casa Museo, antico edificio rurale ristrutturato a centro di valorizzazione degli aspetti etnografici del territorio, l’antico mulino, il caseificio turnario storico, ricavato all’interno di un’antica fucina.

 

Fiore all’occhiello della realtà cervenese sono la Chiesa parrocchiale (XI sec.) con annessi Oratorio dei Disciplini ed il Santuario della Via Crucis, contenenti preziose statue lignee opera di Beniamino Simoni e della Famiglia Fantoni. La presenza delle Cappelle del Santuario ha ispirato la secolare manifestazione della “Santa Crus”, sacra rappresentazione vivente che costituisce ad oggi un atteso, rinomato appuntamento a scadenza decennale

Informazioni su LOntànoVerde

LOntànoVerde è un’associazione non profit di promozione sociale fondata nel 2004.

Scopi primari dell’associazione sono la valorizzazione e la promozione del territorio di Valle Camonica, delle sue specificità, del suo patrimonio ambientale, artistico e storico-archeologico.

 



Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

Approvo
© 2018 LOntànoVerde. Tutti i diritti riservati.

Cerca