CIVIDATE CAMUNO, CIVITAS CAMMUNORUM: la città romana dei Camuni, nel cuore delle Alpi

 

Alla fine del I secolo a.C. l’impero romano conquistava le Alpi. Già nel I secolo d.C. il territorio di Valle Camonica presentava evidenti tracce di romanizzazione particolarmente radicate in media Valle, nell’area dell’attuale abitato di Cividate Camuno.

Questo centro di fondazione romana era dotato di un vasto quartiere con edifici da spettacolo (teatro ed anfiteatro), corredati dalla presenza di edifici pubblici monumentali, di terme, di domus e di necropoli: un tesoro di inestimabile valore. La Soprintendenza ai beni archeologici della Regione Lombardia e l'Amministrazione Comunale hanno compiuto ingenti investimenti che rendono oggi Cividate un fiore all'occhiello nell'ambito archeologico.

Oltre al Museo Archeologico Nazionale della romanità, sono visitabili il Parco del Teatro e dell'Anfiteatro Romano ed il sito archeologico di Via Palazzo. Nel 1986 nel confinante territorio di Breno, in località Spinera, è stato individuato il Santuario dedicato a Minerva, costruito dai romani sulle fondamenta di un luogo di culto protostorico dove gli antichi camuni effettuavano pratiche rituali legate al culto delle acque. Il Santuario è oggi uno dei più importanti siti dell’area alpina

 

JavaScript deve essere attivo per utilizzare Google Maps.
Sembra infatti che JavaScript sia disabilitato o non supportato dal tuo browser.
Per visualizzare le Google Maps, attiva JavaScript modificando le opzioni del tuo browser e poi riprova.